Dai particolari dettagliati ai caotici tram

Share this post

Dai particolari dettagliati ai caotici tram

Non a caso Praga viene chiamata anche Città d‘oro. Persino nelle lunghe giornate grigie, la metropoli bagnata dalla Moldava offre molte sfumature di colore e innumerevoli soggetti fotografici. Caroline Lohrmann, per il suo blog di viaggi “Shavethewhales“ ha visitato la capitale della Repubblica Ceca accompagnata dallo zoom da viaggio Tamron 16-300 mm e in questo articolo ci suggerisce ciò che vale la pena fotografare

Chi visita Praga dovrebbe sempre tenere a portata di mano la sua macchina fotografica. Uno zoom da viaggio come il Tamron 16-300mm F/3.5-6.3 Di II VC, con cui si può coprire una vasta lunghezza focale è proprio la scelta giusta per passeggiare immortalando una città. Nella Città d’oro i soggetti da catturare sono numerosi. Ne è un esempio il notissimo orologio astronomico con la processione degli Apostoli di fronte alla parete meridionale del Municipio della Città Vecchia. Si fatica a credere che sia stato costruito nel lontano 1410.

Rimango estasiata a fissare questo imponente capolavoro e ne osservo le numerose figure e forme. Allo scoccare di ogni ora si aprono le porticine e gli Apostoli escono, poi la morte suona la sua campana e dopo qualche secondo lo spettacolo è già finito. Con una lunghezza focale fino a 300 mm si possono fotografare bene molti dettagli come i lineamenti del viso delle figure e le cifre dorate del quadrante.

Il ponte Carlo nella nebbia mattutina

Non lontano dalla piazza si trova anche il famoso Ponte Carlo che durante il giorno è affollato di turisti. Le foto più belle qui si ottengono di mattina, soprattutto quando c’è nebbia: una levataccia che dà delle soddisfazioni! Anche la sera, verso l’ora del tramonto il ponte è magnifico. Lo splendido lungofiume sulle rive dalla Moldava offre molte opportunità di installare un treppiede per un’esposizione lunga.

Piccole figure di ghisa abbelliscono le porte d’ingresso e le pareti di molte case. Bassorilievi in pietra ornano la possente arcata del ponte. Mi aiuta a scovare tutti i particolari il telezoom. Si posso trascorrere delle ore a scoprire nuove forme e colori e a cercare di catturare il tutto in diversi formati con la mia fotocamra.

Un magnifico esempio dell’amore per i dettagli di questa città è il Cross Club, una miscela di ristoranti, locali e location per concerti. Già da lontano si vedono migliaia di ingranaggi che ruotano davanti all‘edificio. È come osservare dall’interno il meccanismo di un orologio. Arrivo qui di mezzogiorno, ma decido immediatamente di tornare al tramonto. A quell’ora la struttura rompe l’oscurità con i suoi colori. Il Club ha un aspetto ancora più suggestivo e si dimostra un soggetto perfetto per le foto notturne.

Indirizzo: Plynární 1096/23, 170 00 Praha 7-Holešovice

La collina di Petřín sorge in posizione centrale ed è nota per la meravigliosa vista che offre di Praga. La si raggiunge facilmente a piedi e già lungo la salita ci si imbatte in graziosi quadretti fotografici. La collina è come un enorme parco. Al centro del giardino fiorito sono disposte numerose panche che offrono riposo alle gambe di chi sale a piedi. Una volta arrivata in cima posso vedere distesa davanti a me l’intera città: è qui che utilizzo la funzione di angolatura ampia del mio obiettivo.

Un altro punto panoramico interessante è la torre della televisione di Praga, nel quartiere cittadino di Žižkov. La sua architettura particolare l’ha resa oggetto di infervorati dibattiti ed è stata persino definita il secondo edificio più brutto al mondo dal portale di viaggi americano VirtualTourist. Ma proprio tutto questo la rende così interessante dal punto di vista fotografico. La torre è in cemento grigio e ospita al suo interno numerose piattaforme panoramiche. Ciò che vale la pena vedere tuttavia è il suo esterno: sulla torre si arrampicano a carponi enormi bambini di pietra.

Indirizzo: Mahlerovy sady 1, 130 00 Praha 3

Una delle attrazioni turistiche che preferisco sono i tram di Praga. Durante il weekend e nei giorni festivi il tram storico n. 91 percorre regolarmente un giro nostalgico. Circola rumorosamente attraverso vicoli stretti, passando davanti a numerosi luoghi degni di essere visti. Il suo interno è allestito con piccole panche in legno e un bigliettaio in divisa storica vende minuscoli biglietti di carta.

Il mio suggerimento per chi visita Praga: nei giorni lavorativi la linea 27 trasporta i passeggeri verso tutte le località interessanti per i turisti. Spesso però è sovraffollata. Chi vuole viaggiare con questa linea deve solo comprare un giornaliero a 4,50 Euro. Anche alcune stazioni metropolitane e tunnel sono bellissimi luoghi da fotografare.

Chi attraversa Praga con attenzione, troverà di certo immagini spettacolari in qualsiasi periodo dell’anno!

Sull'autore: Caroline Lohrmann

Caroline Lohrmann (30), da Amburgo viaggia in tutto il mondo e poi scrive le sue personalissime storie sul suo blog Shavethewales.net Scrivendo dà preziosi consigli, allo stesso tempo è piena di humour e mostra una grande sensibilità per la fotografia e il design. Scatta le sue impressionanti fotografie di persone, paesaggi, animali e architettura con una Nikon D5100 – preferibilmente guarnita con il Tamron SP AF 10-24mm F/3.5-4.5 Di II LD Aspherical. Quando Caroline non si trova in viaggio proprio per il suo blog, in giro per il mondo, lavora da scienziata della comunicazione quale è come traduttrice e come guida per eventi automobilistici internazionali.

More about the author:

Articolo simile