"Ci piace essere creativi in cucina"

Share this post

Intervista ai blogger sul cibo e agli entusiasti della fotografia Jörg e Nadine di "eat this!"

"Ci piace essere creativi in cucina"

Jörg Mayer e Nadine Horn gestiscono insieme il blog “eat this!” e collegano la cucina vegana con la creatività della fotografia. Prima di mangiare le loro creazioni culinarie, le fotografano con un obiettivo Tamron. Dopo i loro fan possono leggere online come è nata la ricetta. Come disegnatori grafici sanno entrambi cosa è importante per ottenere ottime fotografie del cibo. Durante un'intervista svelano il loro modo di lavorare e danno alcuni consigli su come fotografare al meglio il proprio cibo e mangiarlo ancora caldo.

Come siete arrivati alla fotografia?

La fotografia ci ha sempre interessato. Da quando nel 2011 abbiamo messo online il nostro blog di ricette vegane, ce ne siamo occupati più assiduamente e abbiamo tentato di migliorare sempre di più. A parte le fotografie del cibo sul nostro blog, la fotografia nella vita quotidiana è per noi il medium migliore per immortalare i ricordi e i bei momenti.

Quali preparativi fate per uno shooting del cibo?

Abbiamo le nostre attrezzature per la fotografia sempre a portata di mano, quindi i preparativi sono molto brevi. Già durante la preparazione dei cibi decidiamo quali stoviglie e quali decorazioni si adattano perfettamente alla pietanza. Uno di noi prepara il set, mentre l'altro cucina. In questo modo possiamo subito iniziare appena il pranzo è pronto e abbiamo quindi una buona possibilità di mangiarlo ancora caldo ;-)

E come si svolge poi l'atto della fotografia?

Dato che nel caso ideale è già tutto pronto, possiamo subito iniziare a scattare. Fotocamera sul treppiedi, notebook avviato e via. Alle riprese sul treppiedi seguono ancora delle riprese a mano libera, per poter scegliere da diverse prospettive. Abbiamo il vantaggio di avere tanta luce naturale a disposizione che a seconda della posizione del sole può anche essere un problema. Qui dobbiamo qualche volta giocare con tanti diffusori fino a che la luce è perfetta. Inoltre non tutte le pietanze sono dei top model. Con qualche ricetta, per esempio con le zuppe, è necessario avere tanta creatività.

Da dove prendete l'ispirazione per le vostre ricette?

Ci piace essere creativi in cucina. Le ispirazioni le riceviamo da tantissime fonti: che sia una nuova spezia, delle verdure di stagione dal mercato o pietanze classiche che vogliamo veganizzare.

Con che attrezzatura lavorate?

Attualmente utilizziamo una Canon EOS 60D, il Tamron SP AF 17-50 mm 2,8 Di II VC e un treppiedi Manfrotto 055XPRO3. Inoltre si aggiungono diversi articoli decorativi e certamente i diffusori e i riflettori. Già durante lo shooting iniziamo a elaborare le immagini con il software Adobe Photoshop Lightroom che abbiamo sul Mac.

Che cosa apprezzate degli obiettivi Tamron?

Il rapporto qualità-prezzo del Tamron 17-50 mm è imbattibile. Un obiettivo così ben attrezzato si trova raramente, soprattutto ad una tale categoria di prezzo. Inoltre ci hanno aiutati nella nostra scelta le tante recensioni positive che abbiamo trovato durante le nostre ricerche prime dell'acquisto. Dopo che con questo obiettivo zoom abbiamo scattato tutte le immagini per il nostro libro di cucina "Vegan Kann Jeder!", possiamo solo confermare le recensioni. Sia l'elaborazione e la maneggevolezza sia la qualità d'immagine ci hanno assolutamente convinti.

Quali delle caratteristiche Tamron vi sono maggiormente utili durante le vostre riprese?

Dato che preferiamo fotografare con una bassa sensibilità ISO, ci è molto d'aiuto lo stabilizzatore d'immagine soprattutto quando fotografiamo a mano libera. Ci permette di fare delle riprese ben messe a fuoco con un tempo di esposizione più lungo.

Quali progetti avete nel prossimo futuro?

Stiamo al momento pianificando alcune novità e sorprese su eat-this.org. Quindi sarà una sorpresa! :-)

Quali consigli potete darci per ottenere immagini di cibo riuscite?

Luce naturale e un treppiede. Ottima attrezzatura, bellissime decorazioni e tanta gioia e pazienza.

Articolo simile